PAGAMENTI SICURI CON PAYPAL - BONIFICO - CONTRASSEGNO       SPEDIZIONE GRATUITA SOPRA i 100€

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità:

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello. Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti:
Totale spedizione: Da determinare
Totale:
Continua lo shopping Procedi con il checkout
Il nostro negozio online fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione.
Più Info

Andrea Morelli Elisabet srl
Viale I Maggio, 35
63813 Monte Urano (FM)
©2015 Elisabet
P.IVA 02208680443

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1. OGGETTO.

1.1 Le presenti condizioni generali (Condizioni) regolano la vendita di calzature e accessori (Prodotti) da parte di Elisabet (Elisabet) e trova applicazione anche nei rapporti in corso.

1.2 La sottoscrizione dell’ordine di acquisto (ORDINE) da parte del CLIENTE, comporta l’integrale, incondizionata ed irrevocabile accettazione delle presenti CONDIZIONI.

1.3 In nessun caso, neppure per comportamenti concludenti potranno considerarsi in vigore condizioni diverse dalle presenti CONDIZIONI.

1.4 Queste CONDIZIONI regolano e regoleranno anche in futuro tutti i rapporti tra ELISABET ed il CLIENTE, salvo specifica deroga scritta.

2. ORDINI.

2.1 Tutti gli ordini effettuati dal CLIENTE sono soggetti all’accettazione scritta della ELISABET. Quest’ultima, pertanto, si riserva il diritto di non accettare l’ORDINE per qualsivoglia ragione e di sospenderlo in ipotesi di insolvenza del CLIENTE, per qualsiasi ragione determinata.

2.2 LORDINE potrà essere revocato dal CLIENTE esclusivamente entro e non oltre dieci (10) giorni dalla data della sua sottoscrizione.
Trascorso tale termine,
l’ORDINE non potrà in nessun caso essere revocato o modificato, senza il preventivo consenso scritto di ELISABET.

2.3 La ELISABET entro novanta (90) giorni provvederà a confermare l’ORDINE specificando i PRODOTTI e le loro quantità che consegnerà, indicando altresì i tempi prevedibili della loro consegna.

2.4 Gli agenti di vendita non hanno alcun titolo di impegnare la ELISABET. Ogni trattativa, offerta, ordine o vendita, come pure ogni intesa, transazione, abbuoni fatti da agenti o intermediari si intendono stipulati “SALVO APPROVAZIONE DELLA CASA”; approvazione da eseguirsi in forma scritta.

3. CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI.

3.1 Eventuali informazioni o dati sulle caratteristiche e/o specifiche tecniche dei PRODOTTI contenute in dépliant, listini prezzi, cataloghi o documenti similari saranno vincolanti solo nella misura in cui tali dati siano stati espressamente richiamati da specifico accordo scritto.

3.2 La ELISABET si riserva di apportare ai PRODOTTI le modifiche che dovessero risultare necessarie alle esigenze di produzione. In tale ipotesi, il CLIENTE dichiara di rinunciare a qualsiasi azione o diritto.

3.3 La ELISABET viene espressamente esonerata da responsabilità:

- eventuali alterazioni dei materiali dei PRODOTTI consegnati derivate a titolo esemplificativo: da umidità, dall’eccessivo riscaldamento, da esposizione diretta o indiretta alla luce o da inadatta sistemazione della merce;

- eventuali danni da ammanchi o per danneggiamenti che potessero subire i PRODOTTI durante il trasporto e/o lo scarico.

4. MODALITÀ E TERMINI DI CONSEGNA.

4.1 Salvo diverso accordo scritto, tutte le consegne si intendono franco magazzino della ELISABET (EXW). I PRODOTTI viaggiano a rischio esclusivo del CLIENTE, anche nel caso in cui le spese di trasporto fossero sostenute da ELISABET e nel caso in cui il vettore fosse da questa scelto.

4.2 Ogni suo interessamento nella ricerca del mezzo o delle modalità di trasporto deve intendersi spiegato per conto e delega del CLIENTE, ma senza alcuna responsabilità per ELISABET.
Non costituisce deroga alla presente clausola l
eventuale conglobamento del prezzo di trasporto nel prezzo di vendita o la convenzione “franco destino. Ogni responsabilità di ELISABET cessa con la consegna della merce al vettore, al quale soltanto il CLIENTE potrà reclamare rotture, ammanchi o manomissioni.

4.3 Il CLIENTE ha l’obbligo di accertare lo stato dei PRODOTTI al momento della consegna e eventuali reclami relativi allo stato dellimballo, alle quantità, al numero o alle caratteristiche esteriori dei PRO- DOTTI (vizi apparenti), dovranno essere notificati alla ELISABET mediante comunicazione scritta, a pena di decadenza, entro sette (7) giorni dalla data di ricevimento dei PRODOTTI. Eventuali reclami relativi a difetti non individuabili mediante un diligente controllo al momento del ricevimento (vizi occulti), dovranno essere notificati alla ELISABET mediante lettera raccomandata A.R. op p.e.c., a pena di deca- denza, entro sette (7) giorni dalla data della scoperta del difetto e, comunque, non oltre dodici (12) giorni dalla consegna.

Il reclamo dovrà contenere una specifica descrizione del difetto o problematica riscontrati e allo stesso dovrà essere allegata idonea documentazione fotografica.

La ELISABET non accetta ritorni di PRODOTTI se non preventivamente autorizzati per iscritto.
4.4 I termini di consegna richiesti dal CLIENTE si intendono meramente indicativi e non vincolanti per ELISABET, anche in caso daccettazione dell’ORDINE, per cui eventuali ritardi non possono essere invocati quale clausola risolutiva del contratto, né dare diritto a richiesta di indennizzo o altro. Solo nel caso in cui il ritardo perduri per oltre giorni venti (20) lavorativi da quelli indicati nella conferma d’ordine, il CLIENTE potrà annullare l’ORDINE a mezzo lettera racc. A.R. o posta elettronica certificata, che si in- tenderà valida, se giunta presso la sede di ELISABET prima che quest’ultima abbia approntato la spedizione.

4.5 Il CLIENTE in ogni caso è tenuto a ritirare la merce dal trasportatore o a dare disposizioni per la sua

spedizione entro giorni cinque (5) in ipotesi di avviso d’approntamento da parte di ELISABET. Qualora il CLIENTE non provveda al ritiro della merce dal trasportatore o nel caso in cui egli non fornisca, nel termine sopra indicato le disposizioni per la consegna, la ELISABET avrà diritto a percepirne il relativo corrispettivo come se la merce fosse stata consegnata.

Trascorsi trenta (30) giorni dalla tentata consegna o dall’avviso di approntamento, la ELISABET avrà la facoltà di vendere a terzi i PRODOTTI ordinati e non ritirati, ancorché identificati con il marchio del CLIENTE, e di addebitare al CLIENTE stesso la differenza tra il prezzo di listino e quanto effettivamente riscosso dal terzo, maggiorato di ogni spesa per il deposito.

4.6 Non si considera imputabile alla ELISABET l’eventuale ritardo dovuto a cause di forza maggiore (come definite all'art. 9) o ad atti od omissioni del CLIENTE (ad es. mancata comunicazione di indicazioni necessarie per la fornitura dei PRODOTTI).

4.7 In caso di ritardo nella consegna imputabile alla ELISABET, il CLIENTE potrà richiedere, previa messa in mora per iscritto della ELISABET, il risarcimento del danno effettivo da lui dimostrato, entro il limite massimo del cinque (5) per cento del prezzo dei PRODOTTI consegnati in ritardo.

4.8 Salvo il caso di dolo o colpa grave della ELISABET, il pagamento delle somme indicate allart. 4.8 esclude qualsiasi ulteriore risarcimento del danno per mancata o ritardata consegna dei PRODOTTI.

5. GARANZIA.

5.1 In caso di eventuali vizi aventi origine da un difetto di produzione o di materiale, che siano stati rico- nosciuti per iscritto da ELISABET, dà diritto alla sola sostituzione dei PRODOTTI difettati. Nel caso in cui ELISABET non sia nella possibilità di sostituire in tempi brevi (ca. 30 gg) i medesimi PRODOTTI difet- tati, il CLIENTE, previa riconsegna dei PRODOTTI difettati, avrà diritto al solo rimborso del loro corrispettivo pagato, con esclusione di ogni e qualsiasi ulteriore risarcimento di eventuali ulteriori danni o di spese di qualsiasi natura.

5.2 I reclami vanno fatti per iscritto, nei termini di cui all’art. 4.3 che precede, direttamente ed esclusivamente a ELISABET, per p.e.c. o raccomandata A.R. e, in caso di accettazione di quest’ultima, essi non danno diritto al CLIENTE di annullare gli ORDINI in corso o sospendere i pagamenti fino alla definizione del reclamo. I PRODOTTI oggetto del reclamo dovranno essere tenuti a disposizione di ELISABET per i controlli che questa vorrà effettuare, a meno che quest’ultima autorizzi per iscritto la restituzione “franco destino” presso la propria sede.

5.3 Nel caso in cui ELISABET accertasse la difettosità di un suo PRODOTTO, il CLIENTE si impegna sin d’ora a ritirare dalla vendita il PRODOTTO stesso e ad inviarlo a ELISABET o a distruggerlo, fornendone la relativa prova documentale, in base alla richiesta che ELISABET gli invierà per iscritto.

5.4 Il CLIENTE riconosce ed accetta che le forme e le caratteristiche dei PRODOTTI, anche per quanto attiene ai colori ed alle sue tonalità sono da intendersi, rispetto al campionario visionato, meramente indicativi.

5.5 La ELISABET non sarà comunque responsabile per qualsiasi fatto che sia dipeso da forza maggiore o per fatto che non sia ad essa esclusivamente imputabile.

5.6 È escluso il diritto di regresso del CLIENTE di cui all’art. 131 D. Lgs. 205/06.

6. FORZA MAGGIORE.

6.1 Ciascuna parte potrà sospendere l'esecuzione dei suoi obblighi contrattuali quando tale esecuzione sia resa impossibile o irragionevolmente onerosa da un impedimento imprevedibile indipendente dalla sua volontà quale ad es. sciopero, boicottaggio, serrata, incendio, guerra (dichiarata o non), guerra civile, sommosse e rivoluzioni, requisizioni, embargo, interruzioni di energia, ritardi nella consegna di componenti o materie prime.

6.2 La parte che desidera avvalersi della presente clausola dovrà comunicare immediatamente per iscritto allaltra parte il verificarsi e la cessazione delle circostanze di forza maggiore.

6.3. Qualora la sospensione dovuta a forza maggiore duri più di sei settimane, ciascuna parte avrà il diritto di risolvere il presente contratto, previo un preavviso di dieci (10) giorni, da comunicarsi alla controparte per iscritto.

7. OBBLIGHI DEL CLIENTE.

Il CLIENTE ha l’obbligo:
- di non vendere i PRODOTTI ad altri rivenditori ed a mezzo INTERNET;
- ad attenersi ai prezzi di vendita indicati dalla E
LISABET.
La violazione di ciascuno dei siffatti obblighi, comporta una penale, a carico del C
LIENTE, di 2.500,00 Euro, salvo il maggior danno.

8. CORRISPETTIVO.

  1. 8.1  I prezzi dei PRODOTTI sono quelli indicati nel listino della ELISABET vigente al momento della sua ac- cettazione.

  2. 8.2  I termini e le modalità di pagamento sono quelli indicati nell’ORDINE accettato, salva successiva deroga scritta della ELISABET.

  3. 8.3  Il pagamento deve essere fatto esclusivamente presso la sede della ELISABET. Il pagamento fatto a mani di persona diversa, ancorché dipendente o agente della ELISABET, non libera il CLIENTE dalla sua obbligazione.

  4. 8.4  Laccettazione da parte della ELISABET di cambiali, tratte, cessioni, assegni si intende sempre convenuta salvo buon fine e senza novazione del debito.

  5. 8.5  Il luogo di pagamento delle fatture‚ è la sede della ELISABET, come sopra indicata.

  6. 8.6  Le tratte e cambiali pagabili su altre piazze, non comporta deroga alla presente clausola.

8.7 Il luogo di perfezionamento del contratto si intende sempre quello della sede della ELISABET e nel momento della sottoscrizione “per accettazione” da parte del suo legale rappresentante o persona specifi- catamente delegata.

9. RITARDI NEI PAGAMENTI.

9.1 In caso di ritardato pagamento spetta a ELISABET quanto indicato dal D. Lgs. 231/02 e gli interessi di mora non saranno comunque inferiori al cinque (5) per cento del corrispettivo dovuto.

9.2 Il ritardato o mancato pagamento anche di una sola rata, oltre quanto sopra, comporta il diritto della ELISABET di sospendere la fornitura in corso ed ogni ORDINE, ancorché accettato, senza necessità di avviso alcuno, intendendosi comunque il CLIENTE avvisato dalla sua stessa inadempienza.

  1. 9.3  Fermo quanto sopra, il mancato o ritardato pagamento anche di una sola rata ed a prescindere dalla sua entità, comporta il diritto di dichiarare, oltre la risoluzione di tutti i contratti in essere, anche quello della decadenza dal beneficio del termine concesso.

  2. 9.4  In caso di ritardo è altresì di diritto della ELISABET stornare tutti gli sconti, bonus, premi, etc.

  3. 9.5  Il rilascio o la cessione di effetti da parte del CLIENTE o l’autorizzazione/accettazione di tratte da parte sua, non costituiscono in alcun caso novazione atta ad estinguere le precedenti obbligazioni.

10.SOLVE ET REPETE.

10.1 Eventuali reclami o contestazioni non danno diritto al CLIENTE di sospendere o comunque ritardare i pagamenti dei PRODOTTI oggetto di contestazione, né, tanto meno, di altre forniture.

10.2 Nessuna controversia o contestazione può essere avanzata dal CLIENTE se prima non ha provveduto a pagare l’intero importo dovuto, sia per quanto è già scaduto, sia per quanto è da scadere.

11.RISERVA DI PROPRIETÀ E ALTRE GARANZIE

11.1 I prodotti forniti dalla ELISABET sono e rimarranno di esclusiva proprietà della stessa sino all’integrale pagamento del loro corrispettivo.
Il C
LIENTE, prima del saldo della somma dovuta, non può dare in pegno la merce a terzi oppure trasferirne la proprietà, ad eccezione delle merci fornite dalla ELISABET che il CLIENTE trasferisce nell’ambito del normale esercizio dell’attività commerciale. In caso di violazione, la Elisabet ha il diritto, senza alcuna autorizzazione del CLIENTE e senza che sia richiesto l’intervento del giudice, di riprendere o di far ritirare tutte le merci fornite dalla ELISABET dal luogo in cui queste si trovano. Tutti i crediti del venditore sono quindi immediatamente esigibili.

11.2 Nel caso in cui la ELISABET volesse esercitare i diritti citati al comma 1, il CLIENTE fornisce alla ELISABET o a terzi da questo indicati, l’autorizzazione incondizionata e inappellabile ad accedere a tutti i luoghi in cui si trovano o potrebbero trovarsi le proprietà del venditore e a ritirare tutte queste proprietà.

11.3 Il CLIENTE è tenuto a conservare le merci fornite con riserva di proprietà con la cura necessaria e come proprietà riconoscibile.
La E
LISABET è obbligata ad assicurare le merci, per la durata della riserva di proprietà, come l’incendio, l’esplosione e i danni causati dall’acqua, nonché contro il furto e a fare esaminare al venditore le polizze di queste assicurazioni alla prima comunicazione.

Tutti i diritti del CLIENTE sugli assicuratori delle merci nelle citate assicurazioni, non appena la Elisabet lo richieda, vengono trasferiti dalla controparte alla ELISABET a maggiore garanzia dei crediti della Elisabet nei confronti del CLIENTE.

12. MODIFICA UNILATERALE DELLE CONDIZIONI.

La ELISABET ha la facoltà di proporre al CLIENTE una modifica unilaterale delle CONDIZIONI dandone comunicazione a mezzo lettera racc. A/R o p.e.c.; dette modifiche si intenderanno accettate dal CLIENTE nel caso in cui questi non comunichi alla ELISABET a mezzo lettera racc. A/R o p.e.c. l’intenzione di non accettare le modifiche alle CONDIZIONI entro dieci (10) giorni successivi alla ricezione della proposte di modifica.

13.FORO COMPETENTE.

Per qualsiasi controversia derivante dal presente contratto o collegata allo stesso sarà esclusivamente competente il Foro di Fermo ove ha sede la ELISABET. Tuttavia, in deroga a quanto stabilito sopra, solo la ELISABET ha la facoltà di portare la controversia davanti al giudice competente presso la sede del CLIENTE.